Aspettando Keukenhof 2022

 

Molte persone hanno già inserito  Keukenhof è nella loro lista dei desideri del 2022. Nel 2021 Keukenhof è fiorito meravigliosamente per otto settimane, ma è rimasto chiuso nel a causa del covid.
Il parco è stato aperto solo come prova per sei giorni durante i quali 27.000 visitatori hanno avuto  la possibilità di ammirare i colori del parco.
Keukenhof è stato comunque aperto virtualmente tutto il tempo e bellissimi video hanno portato i fiori nelle case delle persone.
Fortunatamente, quasi 20 milioni di persone hanno apprezzato il parco fiorito online. In questo modo, Keukenhof ha potuto essere la vetrina mondiale della floricoltura in un modo diverso.
I preparativi per l’apertura del 2022 sono in pieno svolgimento.
I sette milioni di bulbi da fiore sono stati piantati e tutti speriamo di poter visitare ancora il parco primaverile più bello del mondo con tutti i suoi tulipani in piena fioritura!

Amsterdam e i comuni limitrofi

Se il parco ha molto da offrire è anche vero che una vacanza di qualche giorno dà la possibilità di mammirare villaggi divini situati nella regione dei fiori da bulbo come Haarlem, Lisse o magari cittadine site sulla costa dove potete ammirare la partenza del Bloemencorso ( Noordwijk).
Se invece volete approfittare dell’occasione per approfondire la visita di Amsterdam, esistono comodi city pass che includono biglietti salta fila per le attrazioni più affollate di Amsterdam ( come il Rijksmuseum o il Museo Van Gogh ad esempio), una minicrociera lungo i canali, trasferimento aeroportuale in treno (A/R) e il 20% di sconto su tantissime altre attrazioni di Amsterdam.

I giardini ispirazionali

Kekenhof, tulipani
-Foto da Keukenhof.nl

A Keukenhof 2022 troverete diversi giardini ispirazionali:

  • Il Reconnection garden è un giardino creato con materiali eco sostenibili in cui la natura ricopre un valore fondamentale;
  • Il Tropical beach garden è un rilassante giardino tropicale con palme, sabbia, cielo azzurro e amache;
  • Il Green Tea Garden è un giardino con una vasta selezione di erbe tra cui menta, melissa, camomilla, menta cioccolato, semi di anice e molte altre piante gustose.
  • Il cottage garden è il luogo perfetto per ritrovarsi, raccontare storie, mangiare e ascoltare musica dopo una giornata all’aria aperta.
  • Il Red Romance Garden è il posto più romantico di Keukenhof da visitare con la tua dolce metà.

Gli show floreali

Come ogni anno a Keukenhof ci saranno tanti show floreali dedicati ad altrettanti fiori diversi:

  • 24-29 marzo 2022: Giacinti e tulipani al Padiglione Oranje Nassau;
  • 31 marzo-5 aprile 2022: Fresie e Gerbere al Padiglione Oranje Nassau;
  • 7-12 Aprile 2022: Rose al Padiglione Oranje Nassau;
  • 24 marzo-15 maggio 2022: Anthurium e orchidee al Padiglione Beatrix;

Dove, come e quando

Keukenhof sarà aperto nel 2022 dal 24 marzo al 15 maggio

Per info e aggiornamenti e biglietti : www.Keukenhof.nl

Come scegliere il momento giusto per visitare (e controllare da casa) i campi di tulipani in Olanda

Scegliere il momento giusto per intraprendere un viaggio nella coloratissima Olanda durante il periodo della fioritura dei campi di fiore da bulbo, può essere a volte, una scommessa con l’andatura della stagione che, sebbene in sintonia con le fioriture di primavera e dell’estate,  rischia di farci fare un viaggio non sempre nel pieno delle nostre aspettative.

Se giardini e aiuole sono curate da giardinieri e quindi costantemente colorate e colme di fiori dotati di una bellezza unica, i campi della regione dei bulbi sono spesso regolati dal clima annuale e magari in “ritardo” in caso di freddo prolungato o con tagli dei fiori qualora il caldo di fine aprile costringa i coltivatori ad anticipare questo processo per preservare la freschezza dei fiori.

A meno che non abbiate già programmato il vostro viaggio nel pieno della stagione e, in questo caso sarà più difficile non trovare a maggior parte dei campi di tulipani fioriti e tante aiuole colorate, esiste un metodo sicuro per verificare l’andamento delle fioriture nella regione dei bulbi da fiore e, nel caso, programmare un viaggio last minute o una visita in zona per ammirare lo splendore dei campi in fiore:

Mappa floreale 2021

-Cliccando l’icona dei fiorellini verdi potrete visualizzare i campi corrispondenti e il loro stato attuale di fioritura.
Che siate già in Olanda o progettiate un viaggio, questo vi sarà utile per sapere dove andare per essere sicuri di trovare distese colorate di fiori già sbocciati.

– L’icona della  macchinetta fotografica viola indica monumenti interessanti.  Questo può essere molto utile qualora vogliate visitare altro e magari scovare giardini e aiuole curate dai giardinieri olandesi.

– L’icona con la macchinetta fotografica gialla indica attrazioni floreali in zona. Probabilmente ancora per qualche mese non si vedranno molte icone come questa. Passata la pandemia torneranno numerose.

Bici, hotel e parcheggi sono le icone classiche di Noleggi bici, strutture ricettive e, ovviamente, Parcheggi.

I 5 mercati floreali più belli del mondo

Nulla può illuminare e arredare la casa meglio di una composizione di fiori freschi. Anche se non sei un esperto di giardinaggio, molte sono le città che al loro interno ospitano dei mercati floreali. E’ in questi luoghi magici e carichi dell’odore della natura e dei colori dell’arcobaleno che è possibile trovare fiori, piante e bulbi per tutti i gusti. Anche qualora non fossi interessato a uno dei loro prodotti, questi scorci di verde sono capaci di distaccare un attimo la mente dalla città, permettendo di osservarla con una prospettiva diversa, da un punto di vista unico nel suo genere. Ma quali sono i migliori mercati al mondo? Scopriamolo insieme.

5 – Marchè aux Fleurs Cours Saleya, Nizza

Tra le mete suggestive che la Francia può offrire, Nizza si colloca di certo in una posizione d’onore. E’ in questa antica città del sud che si può trovare il mercato floreale capace di ricevere il Marchès d’Exception, titolo assegnato dal Consiglio Nazionale delle Arti Culinarie, che ha riconosciuto in questo piccolo patrimonio un gioiello per la città. Le composizioni e i fiori esotici esposti sotto i tendoni a righe sembrano amalgamarsi con gli edifici dell’antica città del sud, permettendo per un attimo di abbandonare il tempo presente e lasciarsi trasportare dalla mente in quelle ambientazioni dei film francesi, in cui le storie d’amore tra le vigne e nei campi vivevano tra canzoni sussurrate e promesse romantiche al chiaro di luna.

4 – Bloemenmarkt, Amsterdam

Uno dei più celebri pittori di sempre, Van Gogh, non avrebbe potuto trovare ispirazioni per i suoi quadri solo grazie al suo incredibile estro. L’Olanda, terra di tulipani, ospita infatti al suo interno un affascinante quanto antico mercato dei fiori noto come Bloemenmarkt, sito ad Amsterdam. A distinguerlo dai concorrenti è in primis la posizione, in quanto egli sorge sul canale Singel… ma non nei pressi del canale, ma direttamente sopra! I vivaisti e i venditori svolgono infatti la loro attività a bordo di imbarcaderi e chiatte galleggianti, esponendo le proprie variopinte composizioni a disposizione della clientela, la quale può sperimentare un’esperienza diversa da qualunque altra, in mezzo a rose, tulipani, narcisi e bulbi ritenuti di ottima qualità da molti esperti di giardinaggio.

Discott, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

3-Adderley Street Flower Market, Città del Capo

Il Sudafrica è in grado di presentarsi con orgoglio in questa classifica, guadagnandosi un terzo posto di rilievo. Merito di ciò va ad Adderley Street Flower Market, un mercato sito nella capitale dove è possibile trovare un numero impressionante di specie floreali. Tra di esse figurano anche delle rare specie endemiche, le quali sono pressoché introvabili in altre parti del mondo. Tra i bouquet multicolore sarà impossibile non trovarsi ad avere a che fare con le venditrici del mercato, famose per la loro lingua sciolta e l’abilità nell’offrire ai clienti composizioni adatte ad ogni occasione. Tale è la loro abilità da averle rese un tratto distintivo di questo impressionante mercato.

2- Marchè Aux Fleurs, Parigi
Se Nizza è in grado di affascinare, Parigi è in grado di ammaliare. E non potrebbe essere altrimenti dalla città dell’amore, in cui la passione viene portata anche alla nascita e cura di bulbi e composizioni. Questo miracolo avviene all’uscita della metropolitana Cité, in quello che è il centro dell’Ile de la Cité di Parigi. Il Marchè Aux Fleurs si presenta quindi al turista come una serra di proporzioni giganti, sostenuta da una struttura in ferro battuto che in tutti giorni settimanali, ad eccezione della domenica, presenta con i suoi fiori uno spettacolo degno dei migliori quadri di Toulouse Lautrec, in un’atmosfera old fashion e romantica degna della capitale francese e del secondo posto.

1-Columbia Road Flower Market, Londra

Il primo posto di questa classifica spetta tuttavia a Londra, che ospita il Columbia Road Flower Market. Questo mercato floreale sorge nel quartiere hipster della capitale londinese, le cui bancarelle e banchetti emergono la domenica tra pub, negozi vintage e di antiquariato per mostrare al mondo la propria qualità. Tra i fiori presenti nei numerosi esercizi è possibile infatti trovare sempreverdi, rose, calle, orchidee e gigli, oltre a piccoli alberi. E’ evidente come sia difficile non trovare qualcosa in grado di arredare e abbellire una casa o un appartamento, rendendola una meta perfetta per coppie e famiglie. Particolare nota di merito, in aggiunta a questa incredibile collezione, va fatta circa la presenza di una selezione di erbe aromatiche, essenziali nella preparazione di cucina esotica, lì presenti con una fornitura proveniente da tutto il mondo.

Il mercato dei fiori di Alsmeer: l’asta floreale più grande del mondo

Un antico proverbio del luogo afferma: “Dio ha creato tutto il mondo, ma non l’Olanda.”

 

Questo Paese è stato creato direttamente dagli Olandesi. Ed è questo che nota un turista che visita questo Stato: una estesissima “terra bassa” che è stata plasmata dalla tempra degli abitanti di questo Stato, che è noto in tutto il mondo per i suoi fiori, soprattutto del tulipano, il fiore più noto tra quelli che si coltivano in Olanda.

Aalsmeer e Amsterdam

Aalsmeer è una città olandese ben nota soprattutto per le sue grandi aste di fiori. Ed è ben noto che i fiori sono un emblema indiscusso dei Paesi Bassi. Situata a soli 13 chilometri a sud-ovest di Amsterdam, questa città è una destinazione eccellente per avventurarsi in un’escursione sia da soli, sia in compagnia.

Il territorio di Aalsmeer confina con quello dei laghi Westeinderplassen, che è il più grande specchio d’acqua della regione di Randstad (che si estende nell’Olanda Meridionale, nell’Olanda Settentrionale, nel Flevoland e nella zona di Utrecht. Il territorio di Aalsmeet è segnato anche dal canale Ringvaart.

Amsterdam invece non necessita di troppe presentazioni: una città ricca adatta ad ogni tipo di turista, dove potete visitare ogni tipo di attrazione a partire dai tanti musei o magari qualche tour gastronomico, tour sui canali, perfetti per ammirare la città da una posizione unica da cui scattare foto da instagrammare e condividere sui social, o semplicemente un giro in bici tra le piste ciclebili che tutto il mondo invidia all’Olanda

Un po’ di storia

La storia della tradizione floreale di Aalsmeer è ancora una questione da decifrare, perché non è qualcosa che è stata decisa a tavolino, ma è stata principalmente una questione di circostanze, qualcosa di veramente fortuito.

Aalsmeer non era altro che un porto marittimo e lo è stato fin dalle sue origini nel 12° secolo. Tuttavia, la necessità di proteggere la terra dal mare, di eliminare i pericoli provenienti dal gelido Mare del Nord, che è assai minaccioso in terre così basse e facilmente allagabili, ha fatto sì che nel 1852 si iniziò a costruire un polder. Da quel momento, gli abitanti della città non videro più le onde del Mar del Nord.

I pescatori diventarono coltivatori di fragole, fino a quando il prezzo dei fiori non li convinse che il loro futuro giaceva nelle diverse varietà di piante che potevano essere coltivate nella loro terra. Nel 1880, quindi, iniziò la coltivazione di fiori ad Aalsmeer.

Inizialmente, le vendite venivano effettuate nei caffè di Aalsmeer. Però, nel tempo il volume degli affari iniziò ad essere così elevato che il sistema di vendita nei caffè non era più sufficiente. Quindi, è diventata una necessità gestire le vendite in luoghi determinati e due società centralizzarono tutto il commercio di fiori del luogo, che nel tempo giunse fino a Amsterdam.

Nel 1968, le due società si fusero in una sola e nel 1972 si aprì il grande mercato dei fiori che ha reso famosa Aalsmeer in tutto il mondo. Uno scenario che è stato ampliato nel 1999, fino a giungere ad un totale di un milione di metri quadrati di superficie. Questo mercato è ben collegato all’aeroporto internazionale di Schipol. Aalsmeer, poi, si trova a pochi chilometri dalla capitale Amsterdam, in una delle zone più affascinanti del mondo.

Il mercato dei fiori di Aalsmeer

Il mercato di fiori di Aalsmeer è certamente uno dei più frequentati e visitati al mondo. Ogni giorno, qui vengono comprati e venduti circa 20 milioni di fiori. In questo mercato anche i visitatori sono i benvenuti, anche se sono tenuti a rispettare delle regole assai rigide: devono arrivare ad un certo orario (di prima mattina) e possono osservare quel che si verifica all’interno del luogo solo da alcune passerelle, che sono collocate diversi metri sopra i fiori e l’affollato piano del magazzino dove scorazzano diversi mini-treni che servono per il trasporto delle merci, a una velocità sorprendente.

I visitatori tra l’altro non si avvicinano ai fiori e neppure possono toccarli. L’aspetto che interessa maggiormente i turisti che visitano il mercato dei fiori di Aalsmeer è vedere la logistica in azione, piuttosto che ammirare i fiori da vicino, malgrado questi provengano da tutte le parti del mondo.

Cosa vedere al mercato dei fiori di Alsmeer

Uno dei momenti più interessanti del mercato dei fiori è l’asta degli stessi. Questa si tiene ogni giorno della settimana e vengono messi all’asta circa 20 milioni di fiori e piante decorative. Basti pensare che ogni anno si vendono oltre 12 miliardi di fiori e piante. Questo enorme edificio è davvero grande. Ha una ampiezza di 518.000 m² e una superficie di 990.000 m². Solo questo rende questo mercato il quarto edificio più grande al mondo.

All’interno di questo luogo l’attività è caotica. Un numero assai grande di piccoli treni contengono fiori e piante e vengono movimentati da camion elettrici o binari automatici. Si tratta di un vero e proprio sistema (dotato di un vero e proprio codice stradale per regolarlo) che consente ai vari vagoni di essere spostati sulla base di un vero e proprio schema di orari.

L’asta rimane aperta al pubblico i lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 7.00 del mattino e si potrae fino alle 11.00.

Un fenomeno connesso a questo famoso mercato è quello che si verifica una volta all’anno, esattamente il primo sabato di settembre, quando ha luogo una lunga sfilata di carri allegorici decorati con oltre un milione di fiori, che marciano da Aalsmeer al Dam Square di Amsterdam.

Dove, come, quando

Sito web ufficiale ( in inglese)

Treno da Aeroporto Schipol per Amsterdam

In bici tra tulipani, spiagge e dune. Come scoprire l’Olanda e la regione dei bulbi.

Esiste davvero un percorso ciclabile che racchiuda 4 elementi unici  come la pianura, i fiori, il mare e qualche monumento?
Se state cercando qualcosa del genere e magari in famiglia o tra amici non riuscite a mettervi d’accordo su che tipo di percorso scegliere, forse la bollenstreek, conosciuta anche come la regione dei bulbi, potrebbe fare al caso vostro.
Qui esiste un percorso di quasi 30 Km da fare in bici che parte dal mare, attraversa le dune della costa olandese e si perde tra i campi fioriti sia in primavera che in estate. Villaggi tipici olandesi, piccole città, musei, castelli, monumenti e tanto altro ancora lungo un percorso adatto a tutti i tipi di ciclisti.

 

Premettiamo subito che se amate questi luoghi ma non avete troppa voglia di “sbattervi” ad organizzare la scelta del percorso o magari a preoccuparvi anche del noleggio della bici, esistono alcuni tour organizzati come il flower tour da percorrere a piedi o in bici, con tanto di audio-guida e libretto digitale che vi indicherà tutti i punti d’interesse lungo il percorso o magari un tour audioguidato tra i campi di tulipani comprensivo di noleggio bici a Lisse di circa 10 km, durante il quale potrete ammirare i campi colorati attorno al parco di Keukenhof.

Se invece preferire il percorso della bollenstreek e magari volete tenervi qualche escursione extra per i giorni successivi, ecco qui la famosa via ciclabile del bollenstreek:
Si parte da Noordwijkerhout (1), fioritissimo paesello tipicamente olandese da cui potete raggiungere le altrettanto tipiche dune(2) costiere che abbracciano il mare. Qui abbiamo scelto  un punto di arrivo ( o passaggio) in cui sulla mappa è indicato un parcheggio panoramico per le bici, tuttavia i percorsi ciclabili lungo il mare, tra alberi e percorsi infiniti, sono in tipico stile olandese. Il rischio maggiore che correte è quello di perdervi!
Rispettate il codice della strada e godetevi il paesaggio.

Noordwijk e le sue dune
Noordwijk e le sue dune

La terza tappa ci porta in un luogo veramente suggestivo, sempre tra le dune e sempre sul mare. La Langevelderslag Beach (3) è un luogo veramente divino. Se amate la fotografia magari approfittate delle ore più tranquille per scattare foto uniche e davvero suggestive.

La quarta tappa è il parco di Het Langeveld (4). Si narra che, specie sul finire del giorno, qui si intravedano spesso molti cervi e qualche volpe passeggiare e pascolare tranquillamente per il parco. Non disturbate gli animali e, magari approfittatene per fare qualche bella foto della natura selvaggia.

Da questo momento in poi, ci mettiamo alle spalle le spiaggie ed entriamo nel cuore della pianura fiorita olandese. in primavera qui sbocciano tulipani all’infinito e magari anche narcisi o i giacinti, in estate vi sarà più facile imbattervi in qualche coltivazione di dalia, ad esempio.

Campi di tulipani in fiore a Lisse, Olanda
Campi di tulipani in fiore a Lisse, Olanda

La 5° tappa ( opzionale) ci porta al confine tra Hillegom e Lisse, attraverso le piatte piste ciclabili olandesi. Uno (5)show Garden (FBT Showtuin), dove si possono trovare anche fiori e  piante da  comprare, si trova tra gli sterminati campi olandesi sulla via per Keukenhof (6), la nostra prossima tappa. Qui, volendo ci si può passare un’intera giornata quindi programmate bene il vostro itinerario in base alla durata della vostra vacanza, anche tenendo conto che, in genere, il parco di Keukenhof resta aperto nel periodo compreso tra marzo e maggio.

I giardini del castello di Keukenhof(7) si trovano di fronte al famoso parco floreale. La tenuta è composta da diversi giardini, tra cui un giardino di dalia nei mesi estivi. Il museo LAM è all’interno della tenuta e potete trovare anche uno zoo. L’ingresso e il parcheggio sono gratuiti.

Dalie in fiore nel giardino del Castello di Keukenhof
Dalie in fiore nel giardino del Castello di Keukenhof

Pedalando tra le piste n° 29 e 91, si arriva al centro di Lisse (8), il piccolo paese dove non mancano negozi, ristoranti con menù fioriti e anche un museo del tulipano,  un ufficio turistico e qualche hotel.
A Lisse non dimenticate di visitare la chiesa di Sant’Agata ( Sint Agathakerk), chiamata la cattedrale della regione dei bulbi. Costruita nel 1903  è stata progettata da Jean H. van Groenendaal ed  è cofinanziata da coltivatori di bulbi, che possono essere visti nei disegni con fiori a bulbo sulle pareti della chiesa stessa.

La 9° tappa del nostro giro ciclistico ci porta al T Huys Dever (9),
costruita poco dopo il 1375, una cosiddetta torre residenziale, nota anche come “donjon”. Nella regione costiera, Dever è l’unico mastio sopravvissuto. Dopo un periodo di declino, un gruppo di amici ha deciso di ricostruire “De Huys Dever”. Chiunque la visiti ora si ritrova in una fiaba medievale!
‘T Huys Dever può essere visitato gratuitamente dal mercoledì alla domenica dalle 14:00 alle 17:00.

De Huys Dever
peter van der Wielen / CC BY-SA 3.0 NL

Nel pieno dei campi in fiore arriviamo alla 10° ed ultima destinazione: una serra tipicamente olandese circondata da infiniti e sterminati colori. De Tulperij flower bulb nursery, (10) è la nostra ultima tappa prima di tornare alla partenza o magari prima di  fare ritorno in aeroporto dopo aver riconsegnato la bici.

I tour extra

Se non siete sazi di quello che avete visto o state vedendo e volete prendervi qualche soddisfazione extra, questo territorio ha molto da offrire sotto ogni punto di vista, per questo potete sempre prendere in considerazione l’idea di esplorare i campi fioriti in modo stravagante e alternativo come ad esempio una esperienza flowerfield con veicoli elettrici, ovvero la possibilità di attraversare i campi fioriti con piccole Renault elettriche a tre posti dotate di GPS, dalle quali potrete ammirare lo spettacolo del paesaggio olandese senza faticare minimamente, restando in piccoli gruppi.

Se invece volete esagerare e portare a casa o condividere sui social foto incredibili, un volo in elicottero sui campi fioriti, può essere un’occasione unica per ammirare e raccontare un luogo divino.

I fiori  vi piacciono ma preferite le degustazioni? Tra una scampagnata e l’altra, potreste dedicarvi a qualche tour gastronomico, magari degustando formaggi olandesi, buon vino o la famosa Birra Heineken direttamente dalla fabbrica.

Buon viaggio e buona vacanza!


La mappa del giro con partenza e arrivo da Noordwijkerhout
28,8 Km totali

Le tappe in breve:

  1. Noordwijkerhout
  2. Fietsenstalling ( un parcheggio per bici tra le dune di Noordwijk)
  3. Spiaggia di Lengevelderslag beach
  4. Parco di Het Langeveld
  5. (Non inserito nella mappa) FBT showtuin
  6. Keukenhof
  7. Giardini del Castello di Keukenhof
  8. Lisse
  9. T Huys Dever
  10. De Tulperij Bulb Flower nursey

 

Itinerario fiorito di Amsterdam e dintorni

Quando pensiamo ad Amsterdam e all’Olanda, oltre a tutte le attrazioni che ha da offrire questo paese, immaginiamo subito immense di  tulipani colorati e a biciclette con cui percorrere ogni angolo del paese.
La stagione primaverile può essere quella migliore per ammirare sia i campi di tulipani infiniti nella regione dei bulbi ma anche per ammirare di Amsterdam e i suoi canali piena di fiori colorati, avendo così l’opportunità di organizzare un viaggio con duplice significato: quello floreale e quello culturale.

Il nostro itinerario

Supponiamo arriviate a Schiphol, l’aeroporto principale di Amsterdam e di tutta l’Olanda. Da qui potete prendere il treno per Amsterdam e andare al vostro hotel/ostello/B&B..

Una delle attrazioni floreali più visitate di Amsterdam è certamente l bloemenmarkt, il mercato dei fiori galleggiante, di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Già che vi trovate sul Sigel, uno dei tanti canali di Amsterdam, potete approfittare per incorporare nella giornata la visita ad uno dei tanti musei della città: una buona opzione potrebbe essere quella del Rijkmuseum, a cui allegare magari una crociera sui canali per ammirare i tanti fiori esposti stile balconi lungo il tragitto.

Proseguendo lungo il canale, gli amanti della birra non possono perdersi la Heineken Experience alla fabbrica della omonima birra.

Da qui sarebbe una buona idea andare verso il Van Gogh Museum, altro imperdibile “monumento” della città dedicato al pittore olandese celebre in tutto il mondo, per raggiungere poi la nostra meta fiorita: il Vondelpark.

Vondelpark di Amsterdam
Vondelpark di Amsterdam

In alta stagione potreste trovare questo parco un po’ “affollato”, ma considerato lo stile olandese, le aiuole e i fiori nel periodo primaverile non dovrebbero mancare nè di colore e nemmeno di fascino.


L’itinerario dal Bloemenmarkt al Vondelpark


Fino ad ora abbiamo percorso circa 5 km in bicicletta ( se il tempo è bello in Olanda può essere il mezzo migliore per muoversi), ma d’ora in poi le distanze aumentano un po’ quindi vedete se organizzarvi con lo stesso mezzo oppure optare per altro.
Ill mercato dei fiori di Aalsmeer, è senza dubbio il più grande, fornito e organizzato mercato floreale al mondo, protagonista della spedizione e distribuzione dei fiori in tutto il pianeta. Considerate che, per ragioni logistiche il mercato si trova nei pressi dell’aeroporto di Schiphol, quindi fuori città.

Vista di Haarlem durante il passaggio dei carri del Bloemencorso
Vista di Haarlem durante il passaggio dei carri del Bloemencorso

La prossima tappa è un must tra le città floreali olandesi. Haarlem infatti, una carinissima cittadina sita tra la costa olandese e Amsterdam, è anche la tappa finale del famosissimo bloemencorso, la sfilata floreale che passa attraverso la regione dei bulbi da fiore a fine aprile. Qui, in Grote Mark, la piazza della città, sostano tutti i carri fioriti, in attesa di essere “giudicati” e premiati alla fine  della sfilata.
I ogni caso, sempre tra marzo e maggio, Haarlem è senza dubbio una delle città migliori in cui far sosta per organizzare la visita a Keukenhof, il parco fiorito che non potete perdere per nessun motivo al mondo.
Un consiglio: prenotate tutto con largo anticipo se possibile perché qui hotel, voli ed escursioni finiscono in fretta.
Il bloemencorso ha già le date programmate per i prossimi 2 o 3 anni e, considerato che le strade saranno bloccate per diverse ore, gli appassionati in genere nei giorni della sfilata, tendono a fermarsi nelle città limitrofe per non rischiare di restar bloccati nel traffico.

Il parco di Keukenhof è un’attrazione unica che tutti gli amanti dei fiori e non, dovrebbero visitare almeno una volta nella vita. Non è un caso che ogni anno milioni di visitatori provenienti da ogni angolo della terra, vengano qui ad ammirare, tra marzo e maggio, il lavoro dei giardinieri olandesi.
Tulipani, narcisi, orchidee, rose, giacinti, muscari e mix incredibili creati per ispirare il visitatore colorano il parco incastonato tra migliaia di ettari di campi di tulipani in fiore.
Se ne avete il tempo e l’opportunità, potete approfittare delle numerose escursioni tra i campi colorati che danno l’occasione per ammirare da vicino questo spettacolo della natura e portare a casa o condividere sui social immagini uniche al mondo.
Si parte dai tour in bici o a piedi tra i campi, che danno la possibilità di attraversare i campi con a disposizione i punti strategici e un’audioguida descrittiva del percorso, fino a tour dei tulipani con scooter elettrico o addirittura, se volete restare in piccoli gruppi e desiderate ammirare i campi di tulipani senza perdere la comodità dell’auto, potete optare per un tour su piccole auto elettriche attraverso la regione dei bulbi.

Campi di tulipani a Lisse, Olanda
Campi di tulipani a Lisse, Olanda

Ora, il nome di Lisse in genere è associato al parco di Keukenhof, ma se provate a impostare il navigatore su questo paese, il rischio maggiore che correte è quello di perdervi tra coltivazioni infinite e colorate di tulipani.
Non manca comunque un museo dedicato al tulipano che può essere una piacevole attrazione per gli appassionati.
Qui siamo nel cuore della regione dei bulbi da fiore, meglio nota come la Bollenstreek. una vasta area che va dalla costa fatta di spiagge dunose fino alle pianure coltivate con fiori da bulbo in cui troverete incantevoli paesini in stile olandese e tanti colorati mulini a vento.
Una clamorosa idea per ammirare lo spettacolo da una prospettiva diversa, potrebbe essere quella di prenotare un volo in elicottero sui campi di tulipani e arricchire la propria libreria personale di foto da condividere con amici sui social. La vista dei campi dall’alto è qualcosa di unico e straordinario che non ha eguali al mondo!

Da questo punto il consiglio è di affittare la bici per un giorno almeno e magari organizzare una sosta al mare tra le dune di Noordwijk am zee.
Premettiamo che il Bloemencorso di aprile fa un primo giro in notturno tra le vie di Noordwjikerhout e poi parte il mattino della vera e propria sfilata da Noordwjik, pertanto l’idea di essere in zona dà la possibilità di assistere ad un evento unico sia di notte che di giorno,
Ma non solo, perché da Noordwjik am zee parte un vero e proprio itinerario ciclistico che vi porta fino a Keukenhof attraverso campi colorati. L‘itinerario, di ca. 12,5 Km, prevede la partenza dal faro e l’arrivo al parco  di Keukenhof, ma cosa ancor più bella, potete verificare lo stato delle fioriture dei campi con questo radar floreale e variare a piacimento l’itinerario consigliato seguendo i colori e le fioriture preferite.
A questo punto, sazi di colori, fiori e magari un po’ di formaggio tipico del territorio, potete tornare ad  Amsterdam o andare direttamente a Schiphol dove volare a casa con tanti bei ricordi, foto fantastiche e magari qualche bulbo raro da piantare sul balcone o in giardino una volta tornati.


Itinerario dal mercato floreale di Aalsmeer fino a Nordwjik am zee


Bloemencorso 2019: tutto sulla parata floreale più colorata del mondo

Si svolgerà dalla sera venerdì 12 aprile a sabato 13 aprile la 72° edizione del Bloemencorso, il Bollenstreek tra Haarlem e Leiden che porta nella regione dei bulbi circa un milione di visitatori da tutto il mondo nella sola settimana della parata floreale.

Le ragioni di tanto successo sono nei paesaggi che fanno da contorno a questo evento unico, fatti di campi colorati da fiori da bulbo in piena fioritura, inoltre Il parco di Keukenhof ( da cui passa la sfilata) è forse  l’evento che attira più turisti in questo periodo, ma anche l’attenzione mediatica.

I construction days

Se volete vedere como sono fatti i carri del Bloemencorso, allora potete andare visitare i “giorni di costruzione”. I camion risiedono in grandi sale per tre giorni dove centinaia di volontari preparano i carri con fiori primaverili profumati e colorati come giacinti, narcisi, tulipani e molti altri fiori da bulbo. I fiori sono attaccati al design dei carri in un modo speciale; questo è ciò che qui chiamano “punti”. Se siete  fortunati, potete provare voi stessi. Pensate che meraviglia veder passare il vostro lavoro nel week end!

Orari di apertura per il pubblico
I giorni di costruzione del  2019 saranno di mercoledì 10, giovedì 11 e venerdì 12 aprile 2019 presso DeLeeuw Flowerbulbs a Sassenheim. Questa azienda di bulbi da fiore ha ospitato per anni i giorni della costruzione. Non puoi semplicemente entrare così. Puoi acquistare un biglietto d’ingresso alla biglietteria e se vuoi imparare tutte le belle cose, puoi anche prenotare una visita guidata.

Mercoledì 10 aprile 2019 dalle 9:00 alle 22:00

Giovedì 11 aprile 2019, dalle 9:00 alle 22:00

Venerdì 12 aprile 2019 9:00 – 13:00

L’ingresso è aperto fino a un’ora prima della chiusura.

Biglietti d’ingresso 2019
Adulti € 6,00
Gruppi da 20 persone € 5,00
Bambini da 6 a 12 anni € 2,50
Bambini fino a 6 anni gratis
Supervisori e accompagnatori di scuole elementari gratuiti.

Prenotazioni gruppi
Poiché si tratta di lavorazioni sui carri, deve essere disponibile uno spazio di lavoro sufficiente per i volontari. Non tutti possono semplicemente entrare e non tutti possono entrare nello stesso momento. Se venite con un gruppo o volete una visita guidata, è bene registrarsi in anticipo tramite: communicatie@bloemencorso.info.

Scegliete un orario preferito, la lingua desiderata (NL, FR, ENG, DU) e fate sapere di quante persone è formato il gruppo per organizzare meglio le visite. Le visite guidate iniziano ogni ora con una partecipazione di 20 persone.

Persone disabili
Chiunque sia in possesso di un contrassegno di parcheggio per disabili può, su presentazione, aver assegnato a un posto speciale dai controllori del traffico. Non sono disponibili servizi per disabili nel cantiere.

Bancone del caffè
C’è un comodo bancone del caffè nella hall. Qui puoi ordinare una tazza di caffè o tè appena preparato, possibilmente con una torta farcita o una deliziosa fetta di torta. Sono disponibili anche bevande analcoliche, zuppe, panini, dolci e vari pasti.

Indirizzo e accessibilità

DeLeeuw Flowerbulbs
Rijksstraatweg 52
2171 AM Sassenheim (A44 uscita 4).

Diversi parcheggi sono stati allestiti nelle immediate vicinanze dei Deleeuw Flowerbulbs. Si può raggiungere il parcheggio col navigatore e da lì seguire le indicazioni dei controllori del traffico.
La posizione è anche accessibile con i mezzi pubblici. Controlla su www.9292.nl l’attuale pianificazione dei trasporti pubblici, delle fermate e dei percorsi a piedi.

Per tutte le info: https://www.bloemencorso-bollenstreek.nl

Percorso 2019

Venerdì 12 aprile

NOORDWIJKERHOUT

Attraversamento Herenweg – Viktoriberg 21.15
Viktoriberg- Kerkeland 21.22
Kerkeland – Dorpsstraat 21.24
Dorpsstraat – Havenstraat (`t Witte Kerkje) 21.26
Havenstraat – Koniginneweg 21,32
Koninginneweg – Viaductweg 21,38
Viaductweg – Kerkstraat 21.43
Wildlaan – Maandagse Wetering 21.50
Maandagse Wetering – Pilarenlaan 21.57
Eind vicino al Gieterij 22.04.

Sabato 13 aprile

NOORDWIJK
Faro 09.15
Kon. Wilhelmina Boulevard – De Grent 09.27
Rotonda Picképlein – Huis ter Duinstraat 09.32
Nieuwe Zeeweg – Duinweg 09.42
Rotatoria Duinweg – Van Panhuysstraat 09.46
Roundabout Van Panhuysstraat – Weteringkade 09.53
Rotatoria Weteringkade – Zeestraat 10.05
Raadhuisstraat – Heilige Geestweg 10.11
Rotatoria Heilige Geestweg – Gooweg 10.16
Gooweg – Van Berckelweg 10.23
Rotatoria Van Berckelweg – Overbeek 10.27
Rotatoria Lageweg 10.37
– Viadotto N206 10.39
– Stazione di servizio Shell / Garden Center Extra 10.45
Leidsevaart / Music change 10.49
– Parcheggio dell’entrata 10.56
– Fattoria 10.59

Voorhout
Leidsevaart ingang KTS / Music change 11.06
Rotonde Leidsevaart – Herenstraat 11.10
Herenstraat – Dr. Kuyperlaan 11.13
– Spoorwegovergang 11.22
Rotonde Jacoba van Beierenweg – Schoutenlaan 11.25
Schoutenlaan – Oosthoutlaan 11.29
Oosthoutlaan – Bloemenschans 11.34
– Bloemenschans 11.40
– Azaleahof 11.46
Rotatoria Oosthoutlaan / Nijversheidsweg 11,54
– Edisonstraat 12.13
Rotatoria – Rijksstraatweg 12,18

Sassenheim
Rijksstraatweg 52 (Deleeuw Flowerbulb Group) – Tribune 12.23
– Warmonderweg (A44) 12.32
– Roodemolenweg / Sportpark 12.37
Hoofdstraat – Wasbeekerlaan 12.44
– Semaforo Zuiderstraat / Koetsiersweg 12.51
– Party Centrum de Oude Tol / Bijdorpstraat 12.57

PAUSA a Bernardus Sassenheim

Sassenheim
Hoofdstraat – Party Centrum De Oude Tol 14.00
– J.P. Gouverneurlaan 14.07
– Kerklaan 14.11
– Concordiastraat 14.14
– Rotonda di Sassenheim Noord 14.19

LISSE
Heereweg – 3e Poellaan – confine Sassenheim-Lisse 14.26
– Ponte Engelenkerk – semaforo 14.31
– Akervoorderlaan 14.37
– Ponte 14.41
– Rotonde 2e Poellaan / Catharijnenlaan 14.48
– Brug 14.53
Rotonde Lisse Zuid / Vennestraat / Prof.v.Slogterenweg 15.00
– Loft – tribuna 15.04
Semaforo Heereweg / Westelijke Randweg – Heereweg 15.09
– Zwanendreef 15.15
– Gemeentehuis 15.18
– Vierkant 15.22
– Westerdreef 15.29
Rotatoria Heereweg – Keukenhofdreef 15.32
Rotatoria Keukenhofdreef- Westelijke Randweg 15.40
– Stazione di servizio Totale 15,52
– Rotonda Lisse Noord – Heereweg 15.56
Heereweg – Roundabout Meer & Duin / Music change 16.04
– Inrit Cremer / v / d Veek Tuinbouwartikelen 16.10

HILLEGOM
Leidsestraat – Ponte Arnoud 16.15
– Semaforo N207 16.21
– Boerderij St. Helena’s Hoeve 16.27
– Semaforo Singel 16.35
– C.S. Weijers 16.47
– Stoplicht Olympiaweg 16.52
Rotatoria Leidsestraat – Hoofdstraat 16.55
– Cafe ‘Houttuin’ – Gemeentehuis 17.00
– Flora HCR 17.04
Rotatoria Hoofdstraat / Weeresteinstraat 17.08
– Prinses Irenelaan 17.11
– Van Tetstraat 17.16
– Rotatoria / Pastoorslaan / Oude Weerlaan 17.24
– Patrimoniumstraat 17.30
– Oosteinderlaan 17.38
Haarlemmerstraat – Bethlehemlaan 17.42
-Winterrustlaan 17.49

Bennebroek
Rijksstraatweg-Bennebroekerweg 17.56
– Willinklaan / Stoplicht (school-oversteekplaats) 18.02
– Semaforo Bennebroekerlaan / Zwarteweg / uscita musica 18.08
– Ingresso Linnaeushof 18.12
– Prinsenlaan 18.21

PAUSA vicino al più grande parco giochi d’Europa: Linnaeushof

Heemstede
Herenweg – Prinsenlaan 19.40
– Ingang Groenendaal – MUZIEK INTREDE 19.57
– Stoplicht Rijnlaan 20.06
Herenweg – Van Merlenlaan 20.13
Van Merlenlaan – Raadhuisstraat 20.26
Binnenweg – Zandvaartkade (centrum) 20.34
– Julianalaan 20.40
– Spaarnezichtlaan 20.44
Binnenweg – Lanckhorstlaan 20.49
Lanckhorstlaan – Herenweg (N208) 20.56

HAARLEM
Herenweg (N208) – Westelijke Randweg N208 21.04
Wagenweg – Westerhoutpark 21.08
– Hazepaterslaan 21.11
– Van Eedenstraat 21.17
Houtplein – Gasthuisvest 21.24
Gasthuisvest – Kleine Houtstraat 21.29
Gasthuisvest – Turfmarkt 21,35
Turfmarkt – Gedempte Oude Gracht 21.39
Gedempte Oude Gracht – Verwulft 21.45
– Raaks 21,55

Fine corsoroute

Mostra sul Nassaulaan – Gedempte Oude Gracht.

Tulpentag 2019: la giornata del tulipano di Amsterdam


Pensando all’Olanda, una delle prime cose che viene in mente, assieme ai mulini a vento e alla pittura fiamminga, è certamente il tulipano, fiore simbolo del paese. Amsterdam, come ogni anno, organizza per gli amanti di questo splendido fiore il National Tulip Day.

La giornata nazionale del tulipano

Il 19 gennaio del 2019 Amsterdam si accende di colori per celebrare questo fiore tanto amato dai locali e non solo: centinaia di coltivatori locali si riuniscono nella centralissima Piazza Dam per creare un giardino temporaneo con almeno 200.000 tulipani di ogni genere e colore, da quelli naturali a quelli ibridi creati incrociando varietà differenti.
Chiunque vi si rechi può raccoglierli liberamente, fino a 15 fiori: l’ingresso è alle ore 13, ma i più curiosi possono recarsi sul posto sin dal mattino per vedere nascere questo picking garden, con scarico delle merci e l’allestimento floreale.
Il National Tulip Day nasce proprio per aprire la stagione in cui fioriscono i tulipani, cioè da gennaio ad aprile inoltrato: questo atteso evento è arricchito anche da una serie di iniziative legate al mondo del giardinaggio e della natura, adatte a tutti, dai più grandi ai bambini.

Amsterdam e i tulipani

Trovare il tulipano ad Amsterdam, in pieno periodo di fioritura, è davvero facilissimo: non solo in Piazza Dam durante il National Tulip Day, dove tra un fiore e l’altro si può godere della bellezza circostante data dal Palazzo Reale e dalla Nieuwe Kerk. Per avere un mazzetto di tulipani basta recarsi presso un supermarket, bancarelle oppure al Bloemenmarkt, il caratteristico mercato dei fiori galleggiante che si svolge sul canale Singel.
Un altro luogo dove è possibile ammirare distese di tulipani colorati è il parco di Keukenhof, il più esteso giardino di fiori del pianeta, sito a Lisse, distante da Amsterdam 35 km. Su una superficie di 32 ettari sono coltivati ben 7 milioni di tulipani, che fioriscono tutti nello stesso momento, tra fine marzo e fine maggio: l’impatto visivo è davvero straordinario, tra aiuole, laghetti e ponticelli che sembrano usciti dalla tela di un pittore.

Se volete poi aprofondire la visita di Amsterdam, esistono comodi city pass che includono biglietti salta fila per le attrazioni più affollate di Amsterdam ( come il Rijksmuseum o il Museo Van Gogh ad esempio), una minicrociera lungo i canali, trasferimento aeroportuale in treno (A/R) e il 20% di sconto su tantissime altre attrazioni di Amsterdam

Tra storia e leggenda

Le origini di questo fiore sono persiane: fu un diplomatico olandese a donare i bulbi al botanico Carolus Clusius a fine ‘500. Subito il tulipano conquistò la popolazione, tanto da diventare un vero e proprio bene di lusso dal costo di 1000 fiorini. Si pensi che questa moda portò al crack in borsa, grazie al quale però i prezzi scesero, rendendo di nuovo accessibile il fiore a tutti.
Il tulipano, nel linguaggio dei fiori, simboleggia in occidente l’incostanza dell’amore, mentre nel natio oriente significa amore eterno.
Questo legame con i sentimenti lo si deve a struggenti leggende che ammantano il tulipano, tutte di origini persiane. Si narra ad esempio della bella Ferhad innamorata di Shirin: il giovane parte in cerca di fortuna e Ferhad lo aspetta invano per tanto tempo, fino a quando ferita da pietre appuntite, piangerà perché consapevole che morirà senza rivedere il suo amato. Le sue lacrime si mescolarono al sangue e, cadute sul terreno, si tramutarono in tulipani rossi.

Varend Corso 2018: la parata floreale galleggiante olandese

E’ forse meno nota delle parate fiorite “su strada” come il Bloemencorso o il Corso Zundert ma, per gli appassionati, rappresenta certamente un evento imperdibile ed un’occasione unica per seguire dal vivo questo evento eccentrico che si svolge all’inizio di agosto nell’Olanda meridionale, attraversando i comuni di Westland,, Schipluiden, Maassluis, L’Aia, Delft e Vlaardingen.

 

Cos’è il Corso Varend?

Trattasi di un evento annuale in cui le barche, addobbate con fiori, piante ed anche verdure locali, sfilano per tre giorni lungo i canali dei comuni di fronte a circa 500.000 persone che possono seguire l’evento anche percorrendo le piste ciclabili (folla permettendo!)

 

La missione

Lo scopo di questa particolare parata floreale non è solo quella di offrire al numeroso pubblico ed agli organizzatori una giornata di puro divertimento e di colori sfavillanti ma, anche e soprattutto, quello di mostrare quanto siano belli e vari i prodotti della Westland, partendo dai fiori, piante, fino alle verdure coltivate nelle serre.

 

L’organizzazione

Tutto l’evento è organizzato da un gruppo di circa cinquanta volontari, suddivisi nei vari compiti in base ai ruoli. Trattandosi di una parata che si svolge in pieno periodo estivo, viene dedicato uno spazio anche al Kindercorso, la sfilata dedicata ai bambini dove questi si creano le barche quasi soli assistiti solamente dagli addetti alle scuole estive o aiutati dai gruppi scout locali.

 

Foto edizioni precedenti


 

Dove, come e quando

Il Corso Varend si svolgerà il  Week end del 3, 4 e 5 agosto 2018 seguendo tre percorsi diversi che potete facilmente scaricare e visionare nel sito ufficiale dell’evento ( solo in olandese)

 

Vedi percorsi qui

Sito ufficiale evento: https://varendcorso.nl/

Pagina facebook: https://www.facebook.com/VarendCorso/

 

Campi di fiori da bulbo a Keukenhof: le foto aeree

Il Bollenstreek o area di coltivazione del bulbo è stata  fotografata dall’unico Dakota DC3 ancora in volo nei Paesi Bassi. Ci sono circa 300 di questi aerei storici rimasti in tutto il mondo. I campi di fiori da bulbo che circondano Keukenhof sono in piena fioritura al momento. Uno spettacolo unico e indescrivibile, soprattutto se ammirato dal cielo.

La vista dal Dakota che vola a velocità di 300 km / h è mozzafiato. I fotografi presenti sugli aerei hanno realizzato gli scatti più belli che verranno successivamente diffusi in tutto il mondo.
Eccone alcuni di seguito.