Aspettando Keukenhof 2022

 

Molte persone hanno già inserito  Keukenhof è nella loro lista dei desideri del 2022. Nel 2021 Keukenhof è fiorito meravigliosamente per otto settimane, ma è rimasto chiuso nel a causa del covid.
Il parco è stato aperto solo come prova per sei giorni durante i quali 27.000 visitatori hanno avuto  la possibilità di ammirare i colori del parco.
Keukenhof è stato comunque aperto virtualmente tutto il tempo e bellissimi video hanno portato i fiori nelle case delle persone.
Fortunatamente, quasi 20 milioni di persone hanno apprezzato il parco fiorito online. In questo modo, Keukenhof ha potuto essere la vetrina mondiale della floricoltura in un modo diverso.
I preparativi per l’apertura del 2022 sono in pieno svolgimento.
I sette milioni di bulbi da fiore sono stati piantati e tutti speriamo di poter visitare ancora il parco primaverile più bello del mondo con tutti i suoi tulipani in piena fioritura!

Amsterdam e i comuni limitrofi

Se il parco ha molto da offrire è anche vero che una vacanza di qualche giorno dà la possibilità di mammirare villaggi divini situati nella regione dei fiori da bulbo come Haarlem, Lisse o magari cittadine site sulla costa dove potete ammirare la partenza del Bloemencorso ( Noordwijk).
Se invece volete approfittare dell’occasione per approfondire la visita di Amsterdam, esistono comodi city pass che includono biglietti salta fila per le attrazioni più affollate di Amsterdam ( come il Rijksmuseum o il Museo Van Gogh ad esempio), una minicrociera lungo i canali, trasferimento aeroportuale in treno (A/R) e il 20% di sconto su tantissime altre attrazioni di Amsterdam.

I giardini ispirazionali

Kekenhof, tulipani
-Foto da Keukenhof.nl

A Keukenhof 2022 troverete diversi giardini ispirazionali:

  • Il Reconnection garden è un giardino creato con materiali eco sostenibili in cui la natura ricopre un valore fondamentale;
  • Il Tropical beach garden è un rilassante giardino tropicale con palme, sabbia, cielo azzurro e amache;
  • Il Green Tea Garden è un giardino con una vasta selezione di erbe tra cui menta, melissa, camomilla, menta cioccolato, semi di anice e molte altre piante gustose.
  • Il cottage garden è il luogo perfetto per ritrovarsi, raccontare storie, mangiare e ascoltare musica dopo una giornata all’aria aperta.
  • Il Red Romance Garden è il posto più romantico di Keukenhof da visitare con la tua dolce metà.

Gli show floreali

Come ogni anno a Keukenhof ci saranno tanti show floreali dedicati ad altrettanti fiori diversi:

  • 24-29 marzo 2022: Giacinti e tulipani al Padiglione Oranje Nassau;
  • 31 marzo-5 aprile 2022: Fresie e Gerbere al Padiglione Oranje Nassau;
  • 7-12 Aprile 2022: Rose al Padiglione Oranje Nassau;
  • 24 marzo-15 maggio 2022: Anthurium e orchidee al Padiglione Beatrix;

Dove, come e quando

Keukenhof sarà aperto nel 2022 dal 24 marzo al 15 maggio

Per info e aggiornamenti e biglietti : www.Keukenhof.nl

Come scegliere il momento giusto per visitare (e controllare da casa) i campi di tulipani in Olanda

Scegliere il momento giusto per intraprendere un viaggio nella coloratissima Olanda durante il periodo della fioritura dei campi di fiore da bulbo, può essere a volte, una scommessa con l’andatura della stagione che, sebbene in sintonia con le fioriture di primavera e dell’estate,  rischia di farci fare un viaggio non sempre nel pieno delle nostre aspettative.

Se giardini e aiuole sono curate da giardinieri e quindi costantemente colorate e colme di fiori dotati di una bellezza unica, i campi della regione dei bulbi sono spesso regolati dal clima annuale e magari in “ritardo” in caso di freddo prolungato o con tagli dei fiori qualora il caldo di fine aprile costringa i coltivatori ad anticipare questo processo per preservare la freschezza dei fiori.

A meno che non abbiate già programmato il vostro viaggio nel pieno della stagione e, in questo caso sarà più difficile non trovare a maggior parte dei campi di tulipani fioriti e tante aiuole colorate, esiste un metodo sicuro per verificare l’andamento delle fioriture nella regione dei bulbi da fiore e, nel caso, programmare un viaggio last minute o una visita in zona per ammirare lo splendore dei campi in fiore:

Mappa floreale 2021

-Cliccando l’icona dei fiorellini verdi potrete visualizzare i campi corrispondenti e il loro stato attuale di fioritura.
Che siate già in Olanda o progettiate un viaggio, questo vi sarà utile per sapere dove andare per essere sicuri di trovare distese colorate di fiori già sbocciati.

– L’icona della  macchinetta fotografica viola indica monumenti interessanti.  Questo può essere molto utile qualora vogliate visitare altro e magari scovare giardini e aiuole curate dai giardinieri olandesi.

– L’icona con la macchinetta fotografica gialla indica attrazioni floreali in zona. Probabilmente ancora per qualche mese non si vedranno molte icone come questa. Passata la pandemia torneranno numerose.

Bici, hotel e parcheggi sono le icone classiche di Noleggi bici, strutture ricettive e, ovviamente, Parcheggi.

In bici tra tulipani, spiagge e dune. Come scoprire l’Olanda e la regione dei bulbi.

Esiste davvero un percorso ciclabile che racchiuda 4 elementi unici  come la pianura, i fiori, il mare e qualche monumento?
Se state cercando qualcosa del genere e magari in famiglia o tra amici non riuscite a mettervi d’accordo su che tipo di percorso scegliere, forse la bollenstreek, conosciuta anche come la regione dei bulbi, potrebbe fare al caso vostro.
Qui esiste un percorso di quasi 30 Km da fare in bici che parte dal mare, attraversa le dune della costa olandese e si perde tra i campi fioriti sia in primavera che in estate. Villaggi tipici olandesi, piccole città, musei, castelli, monumenti e tanto altro ancora lungo un percorso adatto a tutti i tipi di ciclisti.

 

Premettiamo subito che se amate questi luoghi ma non avete troppa voglia di “sbattervi” ad organizzare la scelta del percorso o magari a preoccuparvi anche del noleggio della bici, esistono alcuni tour organizzati come il flower tour da percorrere a piedi o in bici, con tanto di audio-guida e libretto digitale che vi indicherà tutti i punti d’interesse lungo il percorso o magari un tour audioguidato tra i campi di tulipani comprensivo di noleggio bici a Lisse di circa 10 km, durante il quale potrete ammirare i campi colorati attorno al parco di Keukenhof.

Se invece preferire il percorso della bollenstreek e magari volete tenervi qualche escursione extra per i giorni successivi, ecco qui la famosa via ciclabile del bollenstreek:
Si parte da Noordwijkerhout (1), fioritissimo paesello tipicamente olandese da cui potete raggiungere le altrettanto tipiche dune(2) costiere che abbracciano il mare. Qui abbiamo scelto  un punto di arrivo ( o passaggio) in cui sulla mappa è indicato un parcheggio panoramico per le bici, tuttavia i percorsi ciclabili lungo il mare, tra alberi e percorsi infiniti, sono in tipico stile olandese. Il rischio maggiore che correte è quello di perdervi!
Rispettate il codice della strada e godetevi il paesaggio.

Noordwijk e le sue dune
Noordwijk e le sue dune

La terza tappa ci porta in un luogo veramente suggestivo, sempre tra le dune e sempre sul mare. La Langevelderslag Beach (3) è un luogo veramente divino. Se amate la fotografia magari approfittate delle ore più tranquille per scattare foto uniche e davvero suggestive.

La quarta tappa è il parco di Het Langeveld (4). Si narra che, specie sul finire del giorno, qui si intravedano spesso molti cervi e qualche volpe passeggiare e pascolare tranquillamente per il parco. Non disturbate gli animali e, magari approfittatene per fare qualche bella foto della natura selvaggia.

Da questo momento in poi, ci mettiamo alle spalle le spiaggie ed entriamo nel cuore della pianura fiorita olandese. in primavera qui sbocciano tulipani all’infinito e magari anche narcisi o i giacinti, in estate vi sarà più facile imbattervi in qualche coltivazione di dalia, ad esempio.

Campi di tulipani in fiore a Lisse, Olanda
Campi di tulipani in fiore a Lisse, Olanda

La 5° tappa ( opzionale) ci porta al confine tra Hillegom e Lisse, attraverso le piatte piste ciclabili olandesi. Uno (5)show Garden (FBT Showtuin), dove si possono trovare anche fiori e  piante da  comprare, si trova tra gli sterminati campi olandesi sulla via per Keukenhof (6), la nostra prossima tappa. Qui, volendo ci si può passare un’intera giornata quindi programmate bene il vostro itinerario in base alla durata della vostra vacanza, anche tenendo conto che, in genere, il parco di Keukenhof resta aperto nel periodo compreso tra marzo e maggio.

I giardini del castello di Keukenhof(7) si trovano di fronte al famoso parco floreale. La tenuta è composta da diversi giardini, tra cui un giardino di dalia nei mesi estivi. Il museo LAM è all’interno della tenuta e potete trovare anche uno zoo. L’ingresso e il parcheggio sono gratuiti.

Dalie in fiore nel giardino del Castello di Keukenhof
Dalie in fiore nel giardino del Castello di Keukenhof

Pedalando tra le piste n° 29 e 91, si arriva al centro di Lisse (8), il piccolo paese dove non mancano negozi, ristoranti con menù fioriti e anche un museo del tulipano,  un ufficio turistico e qualche hotel.
A Lisse non dimenticate di visitare la chiesa di Sant’Agata ( Sint Agathakerk), chiamata la cattedrale della regione dei bulbi. Costruita nel 1903  è stata progettata da Jean H. van Groenendaal ed  è cofinanziata da coltivatori di bulbi, che possono essere visti nei disegni con fiori a bulbo sulle pareti della chiesa stessa.

La 9° tappa del nostro giro ciclistico ci porta al T Huys Dever (9),
costruita poco dopo il 1375, una cosiddetta torre residenziale, nota anche come “donjon”. Nella regione costiera, Dever è l’unico mastio sopravvissuto. Dopo un periodo di declino, un gruppo di amici ha deciso di ricostruire “De Huys Dever”. Chiunque la visiti ora si ritrova in una fiaba medievale!
‘T Huys Dever può essere visitato gratuitamente dal mercoledì alla domenica dalle 14:00 alle 17:00.

De Huys Dever
peter van der Wielen / CC BY-SA 3.0 NL

Nel pieno dei campi in fiore arriviamo alla 10° ed ultima destinazione: una serra tipicamente olandese circondata da infiniti e sterminati colori. De Tulperij flower bulb nursery, (10) è la nostra ultima tappa prima di tornare alla partenza o magari prima di  fare ritorno in aeroporto dopo aver riconsegnato la bici.

I tour extra

Se non siete sazi di quello che avete visto o state vedendo e volete prendervi qualche soddisfazione extra, questo territorio ha molto da offrire sotto ogni punto di vista, per questo potete sempre prendere in considerazione l’idea di esplorare i campi fioriti in modo stravagante e alternativo come ad esempio una esperienza flowerfield con veicoli elettrici, ovvero la possibilità di attraversare i campi fioriti con piccole Renault elettriche a tre posti dotate di GPS, dalle quali potrete ammirare lo spettacolo del paesaggio olandese senza faticare minimamente, restando in piccoli gruppi.

Se invece volete esagerare e portare a casa o condividere sui social foto incredibili, un volo in elicottero sui campi fioriti, può essere un’occasione unica per ammirare e raccontare un luogo divino.

I fiori  vi piacciono ma preferite le degustazioni? Tra una scampagnata e l’altra, potreste dedicarvi a qualche tour gastronomico, magari degustando formaggi olandesi, buon vino o la famosa Birra Heineken direttamente dalla fabbrica.

Buon viaggio e buona vacanza!


La mappa del giro con partenza e arrivo da Noordwijkerhout
28,8 Km totali

Le tappe in breve:

  1. Noordwijkerhout
  2. Fietsenstalling ( un parcheggio per bici tra le dune di Noordwijk)
  3. Spiaggia di Lengevelderslag beach
  4. Parco di Het Langeveld
  5. (Non inserito nella mappa) FBT showtuin
  6. Keukenhof
  7. Giardini del Castello di Keukenhof
  8. Lisse
  9. T Huys Dever
  10. De Tulperij Bulb Flower nursey

 

Tulpentag 2019: la giornata del tulipano di Amsterdam


Pensando all’Olanda, una delle prime cose che viene in mente, assieme ai mulini a vento e alla pittura fiamminga, è certamente il tulipano, fiore simbolo del paese. Amsterdam, come ogni anno, organizza per gli amanti di questo splendido fiore il National Tulip Day.

La giornata nazionale del tulipano

Il 19 gennaio del 2019 Amsterdam si accende di colori per celebrare questo fiore tanto amato dai locali e non solo: centinaia di coltivatori locali si riuniscono nella centralissima Piazza Dam per creare un giardino temporaneo con almeno 200.000 tulipani di ogni genere e colore, da quelli naturali a quelli ibridi creati incrociando varietà differenti.
Chiunque vi si rechi può raccoglierli liberamente, fino a 15 fiori: l’ingresso è alle ore 13, ma i più curiosi possono recarsi sul posto sin dal mattino per vedere nascere questo picking garden, con scarico delle merci e l’allestimento floreale.
Il National Tulip Day nasce proprio per aprire la stagione in cui fioriscono i tulipani, cioè da gennaio ad aprile inoltrato: questo atteso evento è arricchito anche da una serie di iniziative legate al mondo del giardinaggio e della natura, adatte a tutti, dai più grandi ai bambini.

Amsterdam e i tulipani

Trovare il tulipano ad Amsterdam, in pieno periodo di fioritura, è davvero facilissimo: non solo in Piazza Dam durante il National Tulip Day, dove tra un fiore e l’altro si può godere della bellezza circostante data dal Palazzo Reale e dalla Nieuwe Kerk. Per avere un mazzetto di tulipani basta recarsi presso un supermarket, bancarelle oppure al Bloemenmarkt, il caratteristico mercato dei fiori galleggiante che si svolge sul canale Singel.
Un altro luogo dove è possibile ammirare distese di tulipani colorati è il parco di Keukenhof, il più esteso giardino di fiori del pianeta, sito a Lisse, distante da Amsterdam 35 km. Su una superficie di 32 ettari sono coltivati ben 7 milioni di tulipani, che fioriscono tutti nello stesso momento, tra fine marzo e fine maggio: l’impatto visivo è davvero straordinario, tra aiuole, laghetti e ponticelli che sembrano usciti dalla tela di un pittore.

Se volete poi aprofondire la visita di Amsterdam, esistono comodi city pass che includono biglietti salta fila per le attrazioni più affollate di Amsterdam ( come il Rijksmuseum o il Museo Van Gogh ad esempio), una minicrociera lungo i canali, trasferimento aeroportuale in treno (A/R) e il 20% di sconto su tantissime altre attrazioni di Amsterdam

Tra storia e leggenda

Le origini di questo fiore sono persiane: fu un diplomatico olandese a donare i bulbi al botanico Carolus Clusius a fine ‘500. Subito il tulipano conquistò la popolazione, tanto da diventare un vero e proprio bene di lusso dal costo di 1000 fiorini. Si pensi che questa moda portò al crack in borsa, grazie al quale però i prezzi scesero, rendendo di nuovo accessibile il fiore a tutti.
Il tulipano, nel linguaggio dei fiori, simboleggia in occidente l’incostanza dell’amore, mentre nel natio oriente significa amore eterno.
Questo legame con i sentimenti lo si deve a struggenti leggende che ammantano il tulipano, tutte di origini persiane. Si narra ad esempio della bella Ferhad innamorata di Shirin: il giovane parte in cerca di fortuna e Ferhad lo aspetta invano per tanto tempo, fino a quando ferita da pietre appuntite, piangerà perché consapevole che morirà senza rivedere il suo amato. Le sue lacrime si mescolarono al sangue e, cadute sul terreno, si tramutarono in tulipani rossi.

Campi di fiori da bulbo a Keukenhof: le foto aeree

Il Bollenstreek o area di coltivazione del bulbo è stata  fotografata dall’unico Dakota DC3 ancora in volo nei Paesi Bassi. Ci sono circa 300 di questi aerei storici rimasti in tutto il mondo. I campi di fiori da bulbo che circondano Keukenhof sono in piena fioritura al momento. Uno spettacolo unico e indescrivibile, soprattutto se ammirato dal cielo.

La vista dal Dakota che vola a velocità di 300 km / h è mozzafiato. I fotografi presenti sugli aerei hanno realizzato gli scatti più belli che verranno successivamente diffusi in tutto il mondo.
Eccone alcuni di seguito.

Keukenhof 2018: tutto e di più sul parco più bello del mondo


Il 22 marzo 2018 riapre al pubblico il parco di Keukenhof che, dopo lo straordinario successo dello scorso anno, può festeggiare la sua edizione numero sessantasette!
Non stupisce che nel 2017 più di un milione di visitatori provenienti da tutto il mondo, sia venuto qui in Olanda per ammirare uno degli spettacoli floreali più incredibili del pianeta confermando, ancora una volta, quanto il parco sia importante per il turismo locale ed olandese in genere.

Il parco

Nei 32 ettari di terreno fioriscono oltre 7 milioni di fiori da bulbo tra cui si possono contare circa 800 varietà di tulipani, narcisi, giacinti e moltissimi altri. Oltre allo spettacolo disegnato dai colori dei fiori, a Keukenhof si possono ammirare anche 2700 alberi perfetti per arricchire ed ispirare l’atmosfera suggestiva ed unica del luogo.

Non solo! Keukenhof conta anche una ventina di esposizioni floreali, eventi vari e giardini d’ispirazione dai quali copiare idee nuove ed innovative. All’interno del parco si possono infatti trovare varie tipologie di giardino: da quello inglese fino a quello in stile giapponese, passando per l’Historic Garden ed arrivando a labirinto, parco giochi e piccolo zoo, creati per il divertimento dei bambini. Non c’è da stupirsi se Keukenhof ha vinto anche nel 2017 il premio come più bel parco primaverile al mondo. Ha inoltre ospitato per il secondo anno consecutivo più di un milione di visitatori da tutto il mondo in sole 8 settimane.

 

Amsterdam e i comuni limitrofi

Se il parco ha molto da offrire è anche vero che una vacanza di qualche giorno dà la possibilità di mammirare villaggi divini situati nella regione dei fiori da bulbo come Haarlem, Lisse o magari cittadine site sulla costa dove potete ammirare la partenza del Bloemencorso ( Noordwijk).Se invece volete apprifittare dell’occasione per approfondire la visita di Amsterdam, esistono comodi city pass che includono biglietti salta fila per le attrazioni più affollate di Amsterdam ( come il Rijksmuseum o il Museo Van Gogh ad esempio), una minicrociera lungo i canali, trasferimento aeroportuale in treno (A/R) e il 20% di sconto su tantissime altre attrazioni di Amsterdam.

La storia

Il Keukenhof è nato da un’iniziativa di alcuni coltivatori/espositori che risposero all’invito dell’allora sindaco di Lisse a creare una vetrina per i professionisti del settore floricolo. Nel 1949 scelsero una location ideale: il giardino del castello di Keukenhof, una volta parte della tenuta di Teylingen. Dopo la morte della contessa Jacoba van Beieren, il terreno divenne proprietà di ricchi commercianti, tra cui il barone e la baronessa Van Pallandt. Questi chiesero ai paesaggisti Zocher, che già avevano realizzato dei progetti per Vondelpark e per i giardini del Paleis Soestdijk, di sviluppare un piano per il giardino che riconduceva il castello. Il loro giardino inglese datato 1875 è ancora oggi la base sulla quale si sviluppa il parco attuale.

Il Keukenhof è ricco di aspetti storici e tra i tanti, ha da raccontare innumerevoli aneddoti sui tulipani. Nel XVII secolo i più ricchi investivano molto in bulbi di tulipano. Con l’affermazione della classe media, nacque una vera e propria febbre per questo fiore, grazie al quale i commercianti guadagnavano  somme attorno ai  30000€ al mese! Alcuni vendettero le proprie imprese e persino i tesori di famiglia per poter continuare a competere sul mercato, che nel 1637 crollò bruscamente.

Anche il mulino del Keukenhof è antico più di un secolo. Fu costruito nel 1892 e serviva alla bonifica dei polder. Nel 1957 venne acquistato dalla Holland Amerika Lijn che successivamente lo donò al parco.

Il tema del 2018: il Romanticismo

l tema del Keukenhof 2018 sarà nel segno del Romanticismo nei Fiori. Il romanticismo e i fiori sono uniti da un legame inscindibile. Il parco di Keukenhof, accoglierà i visitatori in una romantica atmosfera primaverile. Il parco storico è stato progettato in pieno Romanticismo (1857) come giardino ornamentale del Castello Keukenhof. Nel giardino intorno al laghetto, tra stupendi scorci e faggi secolari, fioriscono dal 1950 milioni di tulipani. Diverse generazioni hanno vissuto grandi momenti di gioia. I luoghi ideali per fare la dichiarazione d’amore saranno il romantico giardino di tulipani o il Giardino dell’amore vacanziero. Anche il tema degli spettacoli floreali sarà nel segno del Romanticismo. L’esposizione di rose sarà la più grande degli ultimi anni, con la rosa rossa simbolo dell’amore vero. Durante  Keukenhof 2018 si potrà ammirare un meraviglioso mosaico di fiori realizzato con 50.000 fiori da bulbo. La stagione si concluderà con il Romanticismo al Keukenhof, il classico festival di musica tra i tulipani.

Gli eventi principali del 2018

  • 30 marzo-2 aprile: Antiche tradizioni olandesi: in questo week end si potranno rivivere le antiche atmosfere olandesi. Nel parco, infatti saranno presenti artigiani che presenteranno i loro prodotti, mercati con il formaggio tradizionali e spettacoli in costumi d’epoca da non perdere.
  • 18-22 aprile: la parata floreale: il 21 aprile in particolare il bloemencorso, la famosissima parata floreale, che parte da Noordwijk ed arriva ad Haarlem, passando da keukenhof attorno alle 15.30. Tra il 18 ed il 22, oltre alla nota parata, ne sfileranno altre minori in zona.
  • 12-13 maggio: Romanticismo Keukenhof: sarà all’insegna del Romanticismo l’ultimo week end al parco, con musica classica, personaggi vestiti con costumi risalenti all’epoca e l’atmosfera incantata creata dai fiori.

Il turismo

Turisti provenienti da tutto il mondo visitano ancora oggi l’Olanda per ammirare le sue icone: tulipani, mulini, Rembrandt, e la Compagnia delle indie Orientali sono tra  gli elementi più caratteristici che ricostruiscono la storia del Paese.

Circa il 75% dei visitatori proviene dall’estero, in particolare da Germania, Stati Uniti, Francia, Regno Unito e Cina. Si registra inoltre una crescita significativa nel numero di turisiti provenienti da Sudamerica, Europa Orientale e Asia. Il settore floreale in generale e il Keukenhof in particolare, sono vitali per l’immagine turistica dei Paesi Bassi.

Il parco costituisce una grande attrattiva, facendo accrescere il numero di presenze anche nei settori alberghiero, retail, della ristorazione, del trasporto, della cultura e degli eventi, apportando un ampio numero di visite nel periodo della bassa stagione.

Il Keukenhof è un’attrazione chiave: per la floricoltura, la regione del Zuid-Holland e per i Paesi Bassi, e apporta un contributo significativo all’immagine del Paese nel mondo.

Foto

 

Visitare il parco

Il parco di Keukenhof resterà aperto dal 22 marzo 2018 al 13 maggio 2018.

 

Orari

Tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30, con chiusura biglietteria alle 18.00

Prezzi 2018

Adulti: 18 € in biglietteria oppure 17€ sul sito web

Bambini (4-17 anni): 8 €

Gruppi ( + 20 persone): 15,50 € biglietteria oppure 14,75€ sul sito web

Parcheggio auto: 6€

Parcheggio pullman: gratuito

Altre info: www.keukenhof.nl

 

Keukenhof 2019: tutto sul parco olandese

Il 21 marzo 2019, Keukenhof aprirà le sue porte per la 70esima volta. Quando chiuderà otto settimane più tardi, circa 1 milione di visitatori da tutto il mondo avranno visitato la fiera internazionale dei fiori. In quanto tale, Keukenhof contribuisce al turismo nei Paesi Bassi. Cento coltivatori di bulbi forniranno bulbi al parco e 500 coltivatori parteciperanno alle sfilate di fiori.


La storia di Keukenhof


Keukenhof è nato come iniziativa da parte di dieci coltivatori di bulbi da fiore ed esportatori che hanno creato una vetrina per l’industria dei fiori. Nel 1949, optarono per una posizione ideale: i giardini attorno al castello di Keukenhof.

Per molti anni, Jacoba van Beieren è stata la padrona di casa di Keukenhof. Nel XV secolo, era la proprietaria del terreno in cui ora si trova Keukenhof. A quell’epoca la zona era ancora un pezzo di natura incontaminata, usata solo per la caccia e per raccogliere le erbe per la cucina del castello, da cui deriva il nome Keukenhof.
La contessa Jacoba van Beieren nacque nel 1401 e morì nel 1436. Durante il periodo dal 1417 al 1433, governò l’Olanda, la Zelanda e Henegouwen. ‘Mai un momento di noia’ è forse il miglior riassunto della vita di questa donna un po’ tempestosa, che si è sposata quattro volte, ha trascorso un paio d’anni in prigione e ha vissuto in esilio per qualche tempo in Inghilterra. Uno dei suoi passatempi preferiti era persino disposta di andare in guerra con gli ex mariti. Nel 1433 fu costretta ad abdicare da tutte le sue contee. Si ritirò dalla vita pubblica e, all’età di soli 35 anni, morì di tubercolosi a Castle Teylingen, non lontano da Keukenhof.

Dopo la morte della contessa Jacoba van Beieren nel 1436, la grande proprietà passò nelle mani di numerose famiglie di ricchi mercanti, tra cui il barone e baronessa Van Pallandt. Chiesero agli architetti paesaggisti Zocher, che erano anche responsabili del Vondelpark di Amsterdam e dei giardini del Soestdijk Palace, di progettare un giardino attorno al loro castello. Il giardino paesaggistico inglese creato nel 1857 costituisce ancora oggi la base del parco Keukenhof.
Il mulino a vento di Keukenhof ha più di un secolo. Fu costruito a Groningen nel 1892 e fu usato per pompare acqua da un polder. Nel 1957, la Holland-America Line acquistò il mulino e lo donò a Keukenhof.


I numeri

Nello scorso anno, il parco di Lisse ha registrato un milione e mezzo ca. di visitatori provenienti da tutto il mondo, pareggiando gli accessi dell’anno precedente. L’età media degli “ospiti” si è abbassata grazie alla presenza di un maggior numero di visitatori composti da famiglie con bambini o da gruppi di ventenni e trentenni segno che, la passione per il giardinaggio, i fiori e le piante è ormai parte di tutte le età.


In breve:
• Keukenhof è aperto per otto settimane all’anno
• Annualmente, Keukenhof accoglie 1 milione di visitatori
• Il 75% dei visitatori del parco proviene dall’estero
• Il parco copre 32 ettari
• Ogni anno vengono piantati 7 milioni di bulbi
• Keukenhof presenta più di 20 spettacoli di fiori
• I bulbi sono forniti da 100 espositori
• 500 coltivatori e commercianti collaborano alle esposizioni floreali
• Ci sono otto giardini di ispirazione con idee di giardinaggio per i consumatori
• Giardino delle sculture con circa 100 opere d’arte.


Tenuta di Keukenhof


La mostra dei fiori Keukenhof si trova su Landgoed Keukenhof [la tenuta di Keukenhof] che si è sviluppata nel diciassettesimo secolo. La prima parte dell’attuale castello fu costruita nel 1642. La tenuta ora misura circa 240 ettari e ospita 15 Rijksmonumenten. 50 ettari sono utilizzati per la mostra di fiori. La tenuta è di proprietà di una fondazione incaricata di preservare Landgoed Keukenhof.


Keukenhof per “il commercio”


Keukenhof è la piattaforma per il settore floricolo olandese. Per gli espositori e i partecipanti alle esposizioni floreali, offre una splendida vetrina per i loro bulbi, fiori e piante. Il parco è ridisegnato ogni anno. Il designer di Keukenhof si ispira alle ultime tendenze e adatta il design per soddisfare i desideri specifici dei coltivatori. Questo a sua volta fornisce ispirazione ai visitatori che raccolgono nuove idee da applicare a casa. Nelle sfilate di fiori, gli arrangiatori mettono in pratica anche le più recenti idee di giardinaggio. Tutto ciò consente a Keukenhof e ai coltivatori di sostenersi e rafforzarsi a vicenda. Le fotografie di Keukenhof si fanno strada intorno al mondo, raggiungendo milioni di consumatori. La stampa mondiale è anche desiderosa di riferire su tutte le cose belle esposte a Keukenhof.

Della quota totale di visitatori, il 15% ha collegamenti con il commercio e numerosi eventi commerciali sono organizzati per i coltivatori. Keukenhof è un ottimo punto d’incontro per i contatti commerciali e l’organizzazione ha forti legami con tutte le organizzazioni competenti del settore.


Il parco


Originariamente Keukenhof si concentrava quasi esclusivamente sui bulbi di fiori, ma ora ha molto altro da offrire. Il parco storico, che risale al 1857 ed è stato progettato in stile giardino paesaggistico inglese da Zocher, costituisce lo sfondo perfetto per i bulbi di fiori. I visitatori possono conoscere i fiori recisi, le piante e i prodotti di vivai.

Ogni anno, quaranta giardinieri piantano 7 milioni di bulbi in luoghi riservati in tutto il parco. Alla fine della stagione, questi bulbi vengono raccolti e un nuovo ciclo di semina, fioritura e raccolta ricomincia in autunno.

Per garantire che Keukenhof abbia sempre un nuovo aspetto, l’impianto viene ridisegnato ogni anno. Le piante sono accuratamente selezionate in modo che i visitatori possano godere dei bulbi in piena fioritura per tutto il periodo in cui Keukenhof è aperto. I sette milioni di bulbi da fiore sono forniti completamente gratuiti da un centinaio di espositori che difficilmente potrebbero immaginare una migliore vetrina per i loro prodotti.

Keukenhof ispira i suoi visitatori con una gamma di diversi stili di giardini e interni, in cui i bulbi di fiori svolgono sempre un ruolo chiave. Le diverse parti del parco variano dal giardino paesaggistico inglese al giardino di campagna giapponese ristrutturato. Il giardino offre prospettive sorprendenti e panorami eccitanti e tira fuori il meglio degli alberi antichi. Nel giardino naturale, arbusti e piante perenni sono combinati con bulbi naturalizzati. Il giardino storico ospita antiche varietà di tulipani e utilizza queste varietà speciali per dimostrare il lungo viaggio del tulipano prima del suo arrivo nei Paesi Bassi.
I giardini ispiratori offrono ai visitatori l’opportunità unica di ottenere idee per i propri giardini.
I Molenbos [boschi mulini a vento] sono stati sviluppati nei boschi accanto al mulino a vento per il 2018 e presentano varietà di bulbi adatti a questo ambiente boschivo. Per i bambini, Keukenhof ha un labirinto, un parco giochi, una casa Miffy e uno zoo. Una caccia al tesoro li porta nei luoghi più belli del parco.

Keukenhof ha il suo giardino di sculture. Una rete di artisti esporrà circa 100 pezzi. La mostra d’arte è caratterizzata da un’ampia varietà di stili.



Spettacoli di fiori a Keukenhof

I padiglioni presentano una selezione mutevole di 20 spettacoli di fiori e piante. I coltivatori esibiscono un’ampia varietà di fiori e piante in tutti i diversi colori e forme. Certamente, tutti sono della massima qualità! Questo è l’apice della competizione tra i coltivatori per decidere il miglior prodotto orticolo, che varia dai tulipani alle rose. Una giuria esperta sceglierà il miglior fiore di ogni categoria.

Per anni, Keukenhof ha riservato il padiglione Beatrix da mille metri quadri appositamente per le orchidee. Questo spettacolo è lo spettacolo di orchidee più bello d’Europa. Un’altra attrazione principale tradizionale è lo spettacolo giglio nel padiglione Willem-Alexander. Nei suoi 6.000 metri quadrati, i visitatori possono ammirare circa 15.000 gigli in oltre 300 diverse varietà.

Il padiglione Oranje Nassau mostra l’uso di bulbi da fiore negli interni. Dimostra come i bulbi da fiore possono essere applicati in diversi stili di interior design, dal classico al moderno. Diversi arrangiatori famosi metteranno in scena dimostrazioni di come i fiori possano essere usati in modi sorprendenti per creare bouquet originali


 Il nuovo ingresso


Il crescente interesse per Keukenhof richiede una soluzione sostenibile per Keukenhof per accogliere e ricevere visitatori nazionali e internazionali. Il nuovo edificio d’ingresso offre l’accesso al parco primaverile più bello del mondo. Keukenhof ha un parcheggio per 4.500 auto e 1.000 pullman. Ciò avrà un effetto positivo sulla gestione del traffico intorno al parco.
Keukenhof lavora continuamente per migliorare la qualità e il servizio per i suoi ospiti.


Tulpomania
Il tulipano è l’icona distintiva dei Paesi Bassi in tutto il mondo. E Keukenhof non può che dare il centro del tulipano. Il padiglione Willem-Alexander è pieno di tulipani in fiore. Una mostra allestita nel nuovo padiglione Juliana mostra la storia del tulipano, la mania dei tulipani del XVII secolo e il tulipano di oggi come icona contemporanea. Il rinnovato giardino storico contiene ulteriori informazioni sull’origine del tulipano.


Interesse turistico


Molti turisti internazionali vengono ancora in Olanda per le speciali icone olandesi: tulipani, mulini a vento, Rembrandt e i canali di Amsterdam. Queste tipiche icone olandesi raccontano la storia dei Paesi Bassi. Keukenhof collabora con i principali partner turistici per promuovere positivamente i Paesi Bassi.
L’importanza di Keukenhof per il turismo nei Paesi Bassi è enorme. Ogni anno, 1 milione di visitatori provenienti da oltre 100 paesi sono i benvenuti. Questi non includono solo i singoli visitatori, ma anche aziende, istituzioni e organizzazioni che desiderano mostrare ai loro ospiti (internazionali) ciò che l’Olanda ha da offrire.

Circa il 75% dei visitatori proviene dall’estero, con i paesi più importanti come Germania, Stati Uniti, Francia, Regno Unito e Cina. Vi è una crescita particolarmente significativa nel numero di turisti provenienti da America, Cina, India e Asia sud-orientale. Il settore dei bulbi in generale, il tulipano e il Keukenhof in particolare, sono vitali per l’immagine turistica dei Paesi Bassi.

Il parco funge da grande calamita, attirando visitatori nel proprio settore oltre che nell’industria dell’ospitalità, nella vendita al dettaglio, nelle strutture di pernottamento, nelle aziende di trasporto, nei musei e in altre attrazioni ed eventi. Inoltre, Keukenhof attira visitatori durante un periodo in cui ci sono poche altre attrazioni disponibili.

Keukenhof è un’icona: per il settore floricolo, per la regione di Bollenstreek e per i Paesi Bassi, dando un contributo significativo all’immagine del paese. Ad esempio, il sito web della guida turistica di grande interesse, Lonely Planet, si apre con una funzionalità su Keukenhof. Wikipedia ha una sola fotografia dei Paesi Bassi: di Keukenhof. Più recentemente Keukenhof ha ottenuto il Certificato di Eccellenza da TripAdvisor.


Programma e tema del 2019

Flower Power è il tema del 2019 di Keukenhof. La forza dei fiori che unisce la gente ed i visitatori che verranno nel parco. L’Olanda è famosa per i suoi campi di bulbi e per i molti fiori qui coltivati. Colori vivaci, hippy, pace e musica. Flower Power ha quell’atmosfera degli anni ’70. Un grande tema per celebrare il 70 ° Keukenhof. Flower Power, la forza dei fiori!

Il parco resterà aperto dal 21 marzo al 19 maggio.
Gli eventi:

  • 23-24 marzo: Sound of Holland: per festeggiare l’inizio della primavera e l’apertura del parco, cori e bande musicali olandesi, faranno visita al parco per allietare le giornate dei primi visitatori.
  • 29-31 marzo: Holland heritage weekend: questo è il Weekend perfetto per scoprire le tradizioni olandesi del XIX secolo. Mercati tradizionali, danze folkloristiche e tanto altro per celebrare le antiche tradizioni olandesi.
  • 5-7 Aprile: Flower power: weekend dedicatissimo ai fiori. Al mercato i coltivatori spiegheranno caratteristiche e utilizzo dei bulbi, dando la possibilità di acquistarne di nuovi. Sabato 6 e domenica 7, i bambini potranno partecipare ad una caccia al tesoro floreale.
  • 13 aprile: sfilata floreale: l’immancabile sfilata floreale passa come ogni anno da Keukenhof dando la possibilità ai visitatori di uscire e rientrare dopo il passaggio dei carri colorati a festa con fiori da bulbo. Il consiglio e quello di arrivare prima delle 11 e, possibilmente, non prevedere di lasciare il parcheggio prima delle 17.30/18 per via del traffico che resterà bloccato a lungo. Nei 40 km da Nooordwijk ad Haarlem in cui transiteranno i carri, meglio prendersela comoda. Per tutto il resto consultate il sito ufficiale www.bloemencorso-bollenstreek.nl
  • 21-.22 aprile: Melloy Yellow: weekend di Pasqua
  • 27 aprile: Keukenhof King’s day: nella giornata di festa per tutta l’Olanda, anche Keukenhof organizza attività tradizionali.
  • 29 aprile: spettacoli di rapaci: tra le 12 e le 14.30, falchi, aquile, gufi e poiane, voleranno sopra il parco mostrando tutta la loro bellezza.
  • 11-12 maggio: Romance at Keukenhof: Essere trasportati al 19 ° secolo, circondato da persone in costumi folkloristici romantici e guardare orchestre, solisti e ensemble giocano tra i fiori. Il romanticismo al Keukenhof sarà organizzato in collaborazione con De Cultuurbrigade di Rotterdam.
  • 13-19 maggio: woodstock festival: rivivere i momenti di pace del 1969 tra i fiori del parco olandese con una musica divina ed un’atmosfera rilassante.


Dove, Come, Quando

Il parco di Keukenhof resterà aperto dal 21 marzo al 19 maggio 2019.
Raggiungerlo è veramente semplice, sia dall’aeroporto di Schipol che dalle località vicine come Haarlem, Leiden, Noordwijk, ecc.

Visitando il sito ufficiale del parco si possono acquistare gli ingressi con viaggio in autobus incluso.
vedi www.keukenhof.nl

Festival del Tulipano di Amsterdam: date, locations e info sull’evento olandese

Amsterdam e l’Olanda si illuminano di colori dal 31 marzo al 30 aprile 2018 quando, in giro per la città sarà tempo per il Tulp Festival, caratteristico evento che vedrà letteralmente sbocciare in circa 80 zone differenti, aiuole colme di coloratissimi tulipani.

L’obiettivo del Tulp festival è quello di riportare il fiore simbolo del Paese tra le strade di Amsterdam poiché, specie negli ultimi anni, questo sembra essere sparito.
Per questo motivo in autunno sono stati piantati più di mezzo milione di bulbi e, tra fine marzo e fine aprile ci si aspetta una grande fioritura!

Storia

Il Tulip festival mette in contatto tra loro distretti cittadini, aziende, residenti e visitatori. In questo modo l’ideatrice e fondatrice dell’evento, la designer di giardini Saskia Albrecht, punta a riempire la città con circa 850.000 tulipani pari al numero di abitanti di Amsterdam. Il suo motto? “un tulipano per ogni cittadino di Amsterdam”.

E così, scolari, aziende, proprietari di negozi, alberghi, musei e quartieri cittadini piantano bulbi in autunno, incoraggiando i residenti  a partecipare e colorare in numero sempre maggiore le strade di Amsterdam anno dopo anno.

Il planting day

Dal 2015 viene organizzata una giornata dedicata alla piantagione dei bulbi di tulipano al Volndelpark. Sotto il motto di “un tulipano per ogni cittadino di Amsterdam”, anche scuole, aziende e volontari, si impegnano a piantare bulbi nel medesimo giorno, in giro per la città.

E’ possibile unirsi all’evento, partecipando alla campagna “pianta un bulbo per me” oppure facendo una donazione utile per contribuire a raggiungere l’obiettivo degli 850.000 tulipani.

Foto






Locations, date e informazioni

Il tulp festival durerà dal 31  Marzo al 30 Aprile o, almeno, finchè tutti i tulipani resteranno in fiore in giro per Amsterdam.

I giardini, i vasi e le aiuole sono collocati in 80 zone diverse, accessibili gratuitamente, tranne ovviamente ad alcuni giardini o musei che applicano i regolari costi di ingresso tradizionali.

Potete trovare una mappa più dettagliata a questo link ( in olandese e inglese), dove è presente anche la lunga lista dei partecipanti.

sito web ufficiale: https://www.tulpfestival.com/

20 gennaio 2018: la giornata nazionale del tulipano in Olanda

In olandese si chiama tulpen tag e, per i coltivatori nazionali ma anche e soprattutto per gli amanti di tutto il mondo di questo bellissimo fiore, il giorno in cui si celebra l’apertura ufficiale della stagione del tulipano.
Parte da qui in Piazza Dam ad Amsterdam, una stagione che va, appunto, da gennaio fino al finire di aprile quando in genere vengono raccolti gli ultimi tulipani (in base all’andamento della stagione si può arrivare anche ad inizio maggio).
Piazza Dam viene  colmata da centinaia di migliaia di coloratissimi tulipani, laddove chiunque può entrare e raccogliere un mazzo di fiori prima che questi, insieme ai quasi 2 miliardi che entreranno in commercio, partano in giro per il mondo a decorare le case e la vita delle persone di ogni luogo.

Foto



Dove come quando
La giornata nazionale del tulipano olandese si svolgerà in Piazza Dam, ad Amsterdam, sabato 20 gennaio, dalle 13.00 alle 17.00 ca.
Per altre info: www.tulpen.nl ( in olandese)
            https://www.iamsterdam.com/en/see-and-do/whats-on/festivals/overview-cultural-festivals/national-tulip-day

Significato e storia del tulipano

Sin dai tempi antichi questo è considerato uno dei fiori più belli, più famosi e più diffusi al mondo. Per l’Olanda, il paese che ne coltiva e ne esporta milioni di esemplari in tutto il mondo, è diventata la quarta fonte di guadagno economico.
La sua storia inizia tuttavia in Turchia nel XVI secolo, in cui il pregiato fiore viene per la prima volta introdotto in Europa.

 Tulipomania

Dopo la sua introduzione in Europa, il tulipano arriva nei Paesi Bassi dove si scatena una gara per l’acquisto del fiore più pregiato al mondo. I prezzi salgono vertiginosamente ed addirittura si cominciano a vendere alcune specie di tulipani il cui bulbo non è ancora stato messo a dimora o è appena stato interrato!!!
Il valore di un bulbo arriva a superare addirittura i 1000 Fiorini a fronte di uno stipendio medio che si aggira attorno ai 150!

Gli speculatori sono ormai i padroni del mercato e, superati i livelli massimi di mercato, cominciano a vendere creando la famosa bolla speculativa. I prezzi  così gonfiati erano ormai troppo alti e nessuno poteva più acquistare.

Significato e leggenda del tulipano

Tulipano deriva dal nome turco Tullband che significa turbante o copricapo, probabilmente per la sua forma che ricorda questi oggetti.

La leggenda narra che questo fiore nasca dalle  gocce di sangue di un giovane suicidatosi per amore e, per questo, a differenza della rosa, rappresenta l’amore ma un  tipo di amore un po’ più turbolento ed imperfetto.

Come la rosa, anche il tulipano ha vari significati che cambiano in base al colore con cui lo si dona e, per questo resta un fiore unico non solo per le decine e decine di varietà ma anche e soprattutto per il suo significato d’amore:

  • Tulipano rosso: se regalate un tulipano di questo colore la vostra è una dichiarazione d’amore in piena regola. Non ci sono dubbi.
  • Tulipano giallo:  il giallo ricorda il colore del sole e, per questo, il dono di un tulipano giallo viene associato all’amore solare, o, in alcuni casi, all’amore disperato.
  • Tulipano violetto:  qua ci allontaniamo dal concetto di amore per  esprimere una caratteristica molto importante: la modestia. Il colore violetto nel tulipano rappresenta questa caratteristica.
  • Tulipano screziato:  il tulipano screziato è l’immagine della bellezza negli occhi di chi lo riceve in dono. Cercatelo se volete fare un dono romantico ad una persona con degli occhi meravigliosi.